Incentivi ex Certificati Verdi: pubblicata dal GSE la nuova procedura per il calcolo

Incentivi ex Certificati Verdi: pubblicata dal GSE la nuova procedura per il calcolo

Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha pubblicato sul portale GRIN le nuove procedure per calcolare e richiedere gli incentivi che dal 2016 hanno sostituito i Certificati Verdi (1).

 

 

Dal 1° aprile 2016, infatti, non è più possibile richiedere al GSE il ritiro dei Certificati Verdi relativi alla produzione dell’anno 2013 e dei precedenti anni. Il ritiro è concesso solo nei casi in cui il ritardo nell’emissione dei Certificati e la conseguente richiesta di ritiro non è attribuibile al produttore.

Per chi possiede i Certificati Verdi relativi alle produzioni 2014 e 2015 potrà chiederne il ritiro al GSE rispettivamente fino al 31 marzo 2017 e fino al 31 marzo 2018. In caso di necessità di procedere al recupero dei Certificati Verdi già emessi, si può provvedere restituendo al GSE il loro controvalore economico, oppure, salvo diversa indicazione, il GSE procederà, ove possibile, compensando tale controvalore con l’incentivo spettante su GRIN. 

Il portale GRIN (Gestione Riconoscimento INcentivo) gestirà in modo integrato tutte le fasi del processo di riconoscimento dell’incentivo per gli impianti qualificati IAFR che hanno maturato il diritto all’ottenimento dei Certificati Verdi, consentendo lo svolgimento di tutte le attività necessarie all’abilitazione per il riconoscimento della tariffa incentivante:

– visualizzare i dati anagrafici;
– registrare gli impianti e visualizzarne la scheda;
– sottoscrivere la Convezione;
– visualizzare le misure;
– visualizzare i pagamenti e la fatturazione;
– modificare i dati bancari e la ritenuta d’acconto;
– richiedere il conguaglio dell’incentivo.

 

Scarica il Manuale per il portale GRIN (.pdf)


Note
(1) Art. 19 del Decreto Ministeriale del 2 luglio 2012
 

Share This